banner

updated 10:56 AM CEST, Jul 28, 2020

Serie B: Coelsanus in trasferta a Padova per trovare continuità

Prima della doppietta casalinga contro Pavia e Crema, la Coelsanus di coach Franco Passera sarà impegnata domenica prossima sul campo della Virtus Padova per cercare di dare un pò di continuità al suo cammino in campionato alternato tra successi casalinghi e musi lunghi in trasferta. Per parlare dell’attuale momento dei roburini abbiamo scambiato due parole proprio col coach di Casciago che ci presenta così la sfida coi patavini:
“Il prossimo turno ci vede giocare a Padova dopo la brillante gara disputata senza Bolzonella in casa contro Moncalieri – l’incipit di Passera – Troviamo un’altra squadra che è in lotta con noi per il discorso playout. Noi partiamo dal vantaggio di aver vinto la gara d’andata al Campus con un minimo scarto di 3 punti. Ciò la dice lunga sul fatto che non possiamo certo andare a Padova per difendere il quoziente canestri. Vorrei che la nostra mentalità nel girone di ritorno sia quella di vincere oltre che le gare in casa anche qualche partita in trasferta per allontanarci dalla zona calda”.
Che Padova sarà rispetto alla squadra vista al Campus?
“Di certo troviamo una squadra che ha cambiato volto rispetto alla gara di andata. Soprattutto ha recuperato Leo Busca, che seppur è un veteranissimo, dà sempre qualcosa oltre ad un contributo notevole da un punto di vista caratteriale. In più la Virtus ha aggiunto al suo telaio uno come Stojkov che è un giocatore assolutamente di categoria superiore. Un playmaker che ha fatto la differenza anche l’anno scorso a Montichiari e gli sta cambiando il volto, e la stagione, a questa squadra”.
Come si vince a Padova?
“Bisogna andare in campo senza paura e con un pò di faccia tosta – chiosa l’allenatore gialloblu – Dobbiamo andare lì e giocare una partita intensa per portare a casa un risultato positivo”.
Vittoria che manca da troppo tempo in esterna, aggiungiamo noi, a questa Coelsanus. Robur che recupererà il decisivo Bolzonella di questa stagione e che dovrà ripartire dalla presa di coscienza di sabato scorso dove il gruppo ha dimostrato che ognuno può essere importante. Attenzione anche al play Canelo, autore di una bella prova anche a Varese, e al centro Lazzaro, 10,2 punti con 4,5 rimbalzi.
Palla a due alle 18 di domenica.