banner

updated 5:36 PM CEST, Apr 22, 2018
Andrea B.

Andrea B.

Serie B: Alba atto primo, scontro finale domenica al campus per aggiudicarsi il fattore campo ai playout

Arriva il momento del redde rationem in casa Coelsanus Varese con la sfida cruciale con Alba che verrà servita inizialmente con un antipasto, per poi seguire la prima e la seconda portata sperando di evitare un dolce che potrebbe rivelarsi pericolosamente amaro. Metafora prandiale per parlare del prossimo futuro di Rosignoli e soci che si trovano a disputare una lunga contesa in almeno tre atti se non quattro se sarà necessaria la “bella” per decretare chi si merita il diritto di partecipare alla prossima serie B e chi, invece, scende negli inferi della retrocessione. Si parlava di antipasto, però. E tale “entree” corrisponde all’ultima giornata di stagione regolare che il destino ha voluto rendere comunque decisiva per i prossimi playout. Infatti, la Robur parte con due punti di vantaggio sui piemontesi, ma con lo scontro diretto a sfavore: la vittoria dell’andata per 78-67 si traduce nel semplice fatto che chi vincerà domenica si porterà a casa non solo i due punti in classifica, ma anche il vantaggio del fattore campo. Infatti, se vince la Coelsanus, la squadra di coach Vescovi manterrà la posizione andando a +4 su Alba; invece la vittoria dei piemontesi significa aggancio in classifica con sorpasso in virtù del 2-0 negli scontri diretti. Ovvio che non si decide nulla in ottica salvezza, ma avere il vantaggio del fattore campo nella sfida che partirà settimana prossima ha il suo peso.
Verranno scoperte tutte le carte da parte delle contendenti? Difficile dirlo pur con la posta in palio di tutto rispetto.
Di certo, il momento delle due formazioni pare essere diametralmente opposto.
 Alba è reduce da un solo successo nelle ultime cinque gare raccolto, per di più, contro la derelitta Livorno rimasta a quota zero vittorie in questo campionato con coach Jacomuzzi che ha scosso l’ambiente dopo l’ultimo ko casalingo contro Oleggio di domenica scorsa dicendo che la sua squadra non si è nemmeno presentata in campo e che se questa è la mentalità della squadra, sono destinati a retrocedere. Parole forti che certamente sorbiranno il loro effetto sul parquet del Campus. Viceversa, la Coelsanus è reduce da 2 successi nelle ultime 4 gare con una sconfitta al fotofinish contro la terza forza Milano e una buona prova con Pavia prima della frenata nell’ultimo quarto domenica scorsa. C’è un Bianconi in forma strepitosa che viaggia quasi in doppia doppia di media in questo ultimo mese: 4 gare a 20 punti di media condite da 8,25 rimbalzi. E’ quel leader che mancava da accoppiare al solito Bloise con cui uscire dalle sabbie mobili dei playout. Ora la parola passa al campo, coi suoi giudizi, severi, ma reali.

(da varesesport.com - Matteo Gallo)

U14 provinciale: Una vittoria e una sconfitta per il Campus 2004

Campus Varese - Tradate 62-54 (13-15, 31-25, 45-45)

Campus: Fusiello 8, Felisari 4, D’Uva 18, Ghezzi 15, Paragone 2, De Luis, Trentini 9, Miatello 4, Zanzi, Parodi 2. All. Pagani

Tradate: Fabbian 2,Biasolo 2, Bascialla 2, Bombelli , Rosetta, Parne 26, Bustreo 9, Gadaleta, Cosentino, Vaccario 9, Ferrario 2,Crippa 2. All. Galli

Strappa un referto rosa il Campus 14 nell’ultima partita di campionato contro la formazione di Tradate per  un totale in Campionato di 7 vinte e 7 perse, dopo una partita spigolosa, con molti contatti nella quale i padroni di casa in vantaggio di 6 all’intervallo lungo(31-25) si sono visti raggiungere al termine del 3^ quarto (45-45). Nell’ultimo quarto , una difesa un po’ più attenta e qualche contropiede in più hanno permesso di prendere un vantaggio negli ultimi 2 minuti di gioco e di conquistare un meritato successo.

Bravi a tutti, anche a chi ,magari, ha avuto meno spazio nel corso dell’anno ma è stato ugualmente importante.

 

Varese Young Eagles - Campus Varese 75-41 (17-18, 9-6, 19-9, 30-8)

Varese Young Eagles:Berengan 2,Ratti 14, D’Errico 7, Sant’Elia 8, Peretti 13, Peluso 8, Grassia, Memmola 3, Nidola, Vanoni 12, Ramis 4, Zavaglia 4. All. Molinaro

Campus: Parodi, Fusiello2, Felisari 12, Giraudi, D’Uva 5, Ghezzi 5, Dehiwalage 5, Trentini 10, Miatello 2, Zanzi. All. Pagani

Dura solo 2 tempi la resistenza del Campus nella trasferta di Travedona. Alla fine dell’intervallo lungo infatti il punteggio era (26-24 )vantaggio interno. Poi progressivamente il divario si è dilatato nel 3^ quarto (45-33) ed ancor di più nell’ultimo fino alla sirena finale. Primi due quarti giocati discretamente sia difensivamente che offensivamente con buone trame di gioco ,nella seconda parte della partita invece troppi individualismi e scelte affrettate in attacco abbinate ad una difesa non sempre impeccabile hanno portato a subire un pesante passivo finale da parte della formazione del Campus under14.

Serie D: Il Campus chiude in bellezza la regular season, 1° turno playoff contro Sondrio

CAMPUS - VANZAGO 76-64 (14-18; 18-14; 22-16; 22-16)

CAMPUS: Crespi 4 (2/6; 0/1), Armocida 4 (2/2; 0/2), Dini 16 (5/8; 2/4), Paloschi 12 (4/6; 1/3), Vanini, Mottini 14 (5/7; 1/5), Scaltritti, Dal Ben (0/1; 0/1), Gianfrate (0/2), Cadario 7 (1/5; 1/8), Trentini 6 (2/2 da 3), Iaquinta 13 (3/4; 2/3). All. Natola

VANZAGO: Vanzulli 8, Garanzini 8, Tafel, Basilissi 4, Borghetti ne, Vavassori 6, Valassina 4, Larosa 8, Roveda, Raimondi 2, Nebuloni 13, Croci 11. All. Licheri

Non fa sconti il Campus nell’ultima giornata di regular season del girone A della serie D lombarda. I gialloblu conquistano, infatti, il referto rosa ai danni di un Vanzago che, per effetto della contemporanea vittoria di Marnate con Gavirate, sarà costretto a guadagnarsi la salvezza passando per i playout. Ottima l’impressione fornita dai ragazzi di Natola, che partono contratti e subiscono la voglia degli ospiti, che mettono a segno 7 punti consecutivi, costringendo coach Natola al timeout preventivo. Uscita dal minuto, la Coelsanus ritrova lo smalto delle ultime uscite e ricuce sensibilmente sui rivali, che riescono comunque a mantenere 4 lunghezze di margine al suon della prima sirena. Le incursioni di Cadario e Crespi si sommano, poi, alla fiammata di Paloschi, che consente di andare all’intervallo in perfetta parità. Al rientro dagli spogliatoi sono soprattutto Dini e Iaquinta a consentire di mettere la definitiva freccia, con vantaggi che sfiorano anche le 20 lunghezze. Ultimo quarto con poco da raccontare, con i giovani varesini che controllano anche l’ultimo disperato tentativo dei biancorossi. Ora è tempo di playoff, con gara 1 da disputarsi domenica sul campo di Sondrio, parquet sul quale il Campus proverà a dar seguito ad una già ottima stagione, gara due al Campus invece in programma mercoledì 25 aprile alle ore 19!

U16 Elite: Doppia vittoria per la Robur 2002 che supera Monza e Pioltello

Pioltello vs Robur et Fides 71-72 (19-23 / 13-16 / 22-15 / 17-18)

Beati 9, Tassi, Brunazzo 4, Rosso 7, Zanforlin 11, Riso 7, Pagani, Vanoni 19, Cecchinato 8, Veronesi, Volpe 7, German.

Partita decisiva per la stagione per i ragazzi di coach Santandrea, i ragazzi sentono la pressione e partono in palla ma un po’ al rallenty e pur subendo qualche canestro facile riescono a recuperare e superare i locali chiudendo il primo quarto avanti di 4 lunghezze.

Il secondo quarto vede i roburini giocare per lunghi tratti punto a punto con i locali riuscendo comunque a chiudere il quarto aumentando il vantaggio.

I 40 punti realizzati nei primi due quarti denotano il fatto che i gialloblù sono concentrati almeno in attacco.

Il terzo quarto viene affrontato dai roburini con un po’ troppa leggerezza consentendo ai locali di prendere fiducia riportandosi in gioco e perfino a superare e allungare di ben 6 lunghezze. Solo nel minuto finale i gialloblù riescono a recuperare chiudendo il quarto alla pari.

L’ultimo quarto è il più difficile, i roburini lo affrontano tra alti e bassi, pur facendosi sorprendere in contropiede riescono a portarsi avanti di 5 punti a soli 3’ dalla fine. Pur con qualche difficoltà, riescono a mantenere il vantaggio fino alla fine. Ultimo brivido nel finale, Pioltello ha in mano la mano la palla della vittoria che si infrange sul ferro consentendo ai gialloblù una bella e sofferta vittoria così da raggiungere (e scavalcare) all’ottavo posto in classifica proprio la squadra milanese, così da permettergli di poter sognare i “playoff”!

 

Robur et Fides vs Forti e Liberi Monza 80-39 (20-8 / 17-8 / 26-12 / 17-11)

Cavallari 10, Beati 4, Tassi 4, Rosso 9, Zanforlin 6, Alesini 1, Riso, Pagani 6, Cecchinato 16, Veronesi 7, Volpe 7, German 10.

Partita decisiva per la qualificazione alle fasi finali, i roburini l’affrontano con la giusta determinazione, bastano un paio di minuti per prendere le misure all’avversario e prendere in mano la partita. Il quarto si chiude con un parziale di 20-8 frutto di un ottima intensità difensiva e giusti tiri in attacco..

Il secondo quarto vede i gialloblù amministrare la partita ancora con una attenta fase difensiva che permette di recuperare parecchi palloni e di trasfornarli con fulminei contropiedi in punti .

L’ampio divario creatosi nei primi due quarti consente a coach Santandrea di dare ampio spazio a tutta la panchina incrementando ulteriormente il divario con gli avversari.

Obiettivo raggiunto con la qualificazione alle fasi finali, con l’ultima partita si deciderà la posizione finale in classifica e si conoscerà la squadra che i roburini dovranno affrontare nella seconda fase.

Subscribe to this RSS feed