banner

updated 1:13 PM CEST, Jun 30, 2019

COELSANUS, SCONFITTA DI MISURA A BORGOSESIA

Gessi Valsesia Borgosesia - Coelsanus Robur et Fides Varese 69-63 (14-8, 24-12, 12-19, 19-24) 

Torna dalla trasferta di Borgosesia a mani vuote, una Coelsanus che ha venduto cara la pelle malgrado i “cerotti”. Oltre alle assenze dei lungodegenti Assui e Ferrarerse, si è aggiunta anche quella di Planezio, presentatosi in panchina solo per onor di firma. Ne approfitta coach Vescovi per dare spazio alla “linea verde”, con Caruso, Calzavara e Ivanaj in campo da protagonisti per molti minuti della gara a supportare Mercante, Passerini e Maruca. L'inizio della partita è a fari spenti da parte di entrambe le formazioni, i canestri sono “tappati” e le palle perse numerose. Il primo allungo è dei padroni di casa nel finale del primo quarto, che riescono a mettere sei punti di vantaggio sulla prima sirena grazie a 5 punti consecutivi di Ambrosetti. Nel secondo periodo, la Gessi prosegue nel proprio forcing e riesce a scavare anche un solco più ampio tra le due squadre grazie ad una bomba di Quartuccio (20-11) al 13'. La Coelsanus si scuote con Mercante, Passerini ed Ivanaj, portandosi a sole due lunghezze(20-18) al 5' ma poi si spegne e subisce un parziale di 10-2 che la riporta sotto di 12 lunghezze all'intervallo; parziale che si allunga nei primi due minuti del terzo tempo, quando la Gessi allunga fino a raggiungere il punteggio di 42-20.

La Coelsanus si scuote e la rimonta inizia con due bombe di Passerini, che suona la carica; i giovani della panchina lo seguono e alla terza sirena la Robur recupera metà dello svantaggio, chiudendo sul 50-39. L'ultimo quarto inizia con un canestro di Mercante e poi con Ivanaj che buca la difesa di casa con una serie di penetrazioni al ferro. E' sempre il giovane Ivanaj a segnare il canestro + tiro libero del meno 2(59-57) al 37', seguito da un'altra raffica da tre punti di Passerini che valgono il primo vantaggio per la Coelsanus(62-63). Siamo a ridosso dell'ultimo minuto, Gloria riporta Borgosesia in vantaggio(64-63) e una sanguinosa palla persa, consente ad Ambrosetti di siglare anche il + 3(66-63) a 30” dalla fine. Sull'ultimo possesso varesino, Mercante non trova il bersaglio dalla lunga distanza e Quartuccio mette il sigillo finale con una bomba a 10” dal termine. Una sconfitta “indolore” alla luce dei risultati degli altri campi(Oleggio vincente a S.Miniato avrebbe comunque tolto a noi ogni chance di entrare nei playoff), che ha sicuramente dato indicazioni interessanti per le scelte future. 

Gessi Valsesia Borgosesia - Coelsanus Robur et Fides Varese 69-63 (14-8, 24-12, 12-19, 19-24)

Gessi Valsesia Borgosesia: Renato Quartuccio 18 (2/6, 3/9), Andrea Ambrosetti 17 (4/6, 3/8), Mirko Gloria 11 (3/9, 0/0), Kevin Brigato 10 (2/7, 1/2), Alessandro Panzieri 5 (1/3, 1/3), Kamaldine Ouro-bagna 4 (2/2, 0/3), Nicholas Dessì 3 (0/0, 1/1), Alessandro Vercelli 1 (0/2, 0/2), Thomas Pisoni 0 (0/0, 0/0), Martino Criconia 0 (0/0, 0/0), Stefano Cernivani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 21 - Rimbalzi: 38 10 + 28 (Mirko Gloria 9) - Assist: 10 (Renato Quartuccio 7) 

Coelsanus Robur et Fides Varese: Federico Passerini 21 (1/3, 6/12), Nicola Ivanaj 20 (5/7, 0/2), Jacopo Mercante 13 (2/2, 2/4), Andrea Calzavara 4 (1/1, 0/0), Matteo Maruca 3 (1/5, 0/0), Riccardo Caruso 1 (0/4, 0/0), Davide Rosignoli 1 (0/2, 0/0), Lorenzo Bruno 0 (0/8, 0/0), Alessandro Calcagni 0 (0/0, 0/0), Marco Planezio 0 (0/0, 0/0), Andrea Mottini 0 (0/0, 0/0), Sophony Assui 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 29 - Rimbalzi: 29 3 + 26 (Jacopo Mercante, Davide Rosignoli 7) - Assist: 6 (Riccardo Caruso 2)