banner

updated 3:21 PM CEST, Sep 18, 2020
Fabrizio

Fabrizio

COELSANUS SCONFITTA A MONFALCONE

Pontoni Falconstar Basket Monfalcone - Coelsanus Robur et Fides Varese 92-78 (24-29, 22-8, 23-21, 23-20)

Torna a casa a mani vuote dalla trasferta più lunga del campionato la Coelsanus, che ha lottato per 35 dei 40 minuti della gara ma che ha avuto un atteggiamento difensivo decisamente “povero” per poter sperare di vincere in trasferta contro la seconda in classifica.

La partenza col turbo di Monfalcone, viene subito rintuzzata dalla Robur che si porta dal 7-2 del 2' al pareggio al 5' sul 13-13, grazie alle accelerazioni di Ballabio e ad una bomba di Maruca.

Una bomba di Allegretti, da il via al momento migliore della Coelsanus che allunga fino al 24-29 di fine primo periodo. Il 5-0 di inizio quarto, regala il pareggio alla Pontoni ma poi le due squadre decidono di prendersi tre minuti di assenza totale dalla partita e rimangono ferme nel punteggio dal 12' al 15'. Si risveglia per prima Monfalcone, che riprende la sua marcia con veemenza e mette dieci punti di vantaggio alla pausa lunga, con la Robur che non pesca sostanza nelle rotazioni (46-37 al 20'). Gergati riapre le danze nel terzo periodo, ma non viene supportato dai compagni di squadra; ci riprova dopo due minuti, stavolta imitato da Allegretti che con un canestro da sotto e una bomba riaccende le speranze di vittoria varesine. Un canestro in contropiede di Gatto su palla rubata, ci porta sul 55-52 di metà terzo periodo, ma le polveri sono troppo bagnate e tre tiri sbagliati di Trentini , Maruca e Gergati stavolta danno alla Pontoni la possibilità di allungare dal 61-58 al 69-58 della sirena di fine periodo. Monfalcone si chiude dentro l'area e si concentra in difesa su un poco tutelato Allegretti (solo un viaggio in lunetta per il lungo varesino): serve una svolta sul perimetro per ribaltare le sorti della gara, ma la difesa è troppo ballerina e concede tiri troppo facili a Monfalcone che approfitta del momento propizio arrivando a segnare il suo ottantesimo punto al 35' raggiungendo così il proprio massimo vantaggio 80-66. La partita è segnata e uno sprazzo di Maruca ed Allegretti(86-77 al 38') non è sufficiente per riaprire la gara. Si chiude sul 92-78 una trasferta dove il contributo dalla panchina è stato troppo povero soprattutto in termini di energia, per poter sperare in un “colpo” esterno.

Pontoni Falconstar Basket Monfalcone: Giulio Casagrande 15 (5/8, 1/5), Luca Bonetta 15 (7/8, 0/3), Matteo Schina 12 (2/5, 2/3), Davide Zambon 10 (5/8, 0/0), Gianmarco Gobbato 10 (2/3, 2/3), Andrea Colli 10 (5/6, 0/2), Giulio Candotto 6 (1/3, 1/2), Alessandro Scutiero 5 (1/1, 1/4), Andrea Schina 4 (2/4, 0/1), Stefano Giustolisi 3 (0/1, 1/2), Devil Medizza 2 (0/0, 0/0), Simone Cossaro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 12 - Rimbalzi: 30 7 + 23 (Davide Zambon 8) - Assist: 10 (Matteo Schina 5)

Coelsanus Robur et Fides Varese: Matteo Maruca 20 (4/8, 4/6), Lorenzo Gergati 18 (5/10, 1/6), Marco Allegretti 16 (4/9, 2/2), Riccardo Ballabio 11 (4/7, 0/0), Christian Gatto 7 (2/3, 1/4), Andrea Calzavara 3 (0/0, 1/1), Davide Rosignoli 2 (1/1, 0/0), Riccardo Caruso 1 (0/1, 0/1), Giorgio Trentini 0 (0/0, 0/1), Jacopo Iaquinta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 19 - Rimbalzi: 34 8 + 26 (Marco Allegretti 9) - Assist: 4 (Riccardo Ballabio 2)

 

PROVA CONVINCENTE DELLA COELSANUS: BATTUTA BERNAREGGIO

Coelsanus Robur et Fides Varese - Vaporart Bernareggio 76-68 (14-18, 26-13, 16-18, 20-19)

La Coelsanus batte la Vaporart Bernareggio, al suo primo stop stagionale, con una prova strepitosa dei suoi senatori: sono Gergati ed Allegretti a sopperire all'assenza del lungodegente Simone Gatti e trascinare tutta la squadra al traguardo di una gara molto intensa fisicamente, ma che i varesini hanno comandato per trenta minuti.

Partenza a fari spenti per Varese che impiega 3'30” per violare per la prima volta con Caruso in penetrazione, il canestro avversario (2-7 Vaporart al 4'). La Robur alterna difesa a zona e a uomo con efficacia ma non riesce a capitalizzare e resta tutto il tempo all'inseguimento degli ospiti scivolando al minuto 8' a 8-18 (vantaggio massimo per Bernareggio): pesano molto inizialmente il precoce secondo fallo di Ballabio e l'aggressività avversaria, mentre in attacco le polveri restano bagnate. Il primo canestro da tre punti arriva da Gatto, uscito dalla panchina insieme a Calzavara: sono loro due che propiziano il primo parziale casalingo di 13-0 sul finale del primo periodo chiuso da Calzavara con un canestro in penetrazione in apertura di secondo periodo. Il canestro di Quartieri rompe il momento e la gara prosegue sul filo dell'equilibrio fino all'intervallo con Gergati che sigilla il punteggio sul 38-31.

Al rientro dagli spogliatoi, la Coelsanus, grazie alla difesa e ad un Allegretti onnipresente in ogni parte del campo, propizia un altro miniallungo (50-37 al 24', massimo vantaggio) che viene rintuzzato grazie ai canestri di Quartieri e dall'energia di Saini a rimbalzo, riportando pericolosamente la Vaporart a tre sole lunghezze da recuperare. I tentativi di sorpasso di Bernareggio vengono respinti a fatica da Varese e il finale del terzo periodo si chiude sul 56-49 grazie a due tiri liberi di Ballabio. Sale in cattedra Gergati, aprendo l'ultimo periodo col canestro che riporta la Robur avanti di 10 punti (63-53 al 32') , continuando lo show personale fatto di canestri ad altissimo livello di difficoltà e trascinando con Allegretti, la squadra a pareggiare il massimo vantaggio del + 13 al 35' col ventesimo punto personale(66-53). Bernareggio rimane stordita, dalla performance difensiva varesina e non trova la via del canestro: alza la difesa e aumenta ulteriormente l'aggressività ma senza ottenere risultati concreti. Scorrono così i titoli di coda di una partita che ha visto Allegretti e Gergati come attori protagonisti ma hanno anche trovato ottime spalle in Ballabio e Gatto. La prossima sfida sarà sabato alle 20,45 a Monfalcone, la trasferta più lunga del campionato; mentre per la partita casalinga si dovrà attendere il sabato successivo, il 9 Novembre, quando la Coelasnus ospiterà Olginate.

Coelsanus Robur et Fides Varese: Marco Allegretti 27 (4/9, 4/7), Lorenzo Gergati 20 (6/8, 2/4), Christian Gatto 11 (1/2, 3/6), Riccardo Ballabio 10 (2/7, 0/0), Andrea Calzavara 4 (2/2, 0/1), Riccardo Caruso 2 (1/4, 0/1), Matteo Maruca 2 (0/1, 0/3), Davide Rosignoli 0 (0/2, 0/0), Giorgio Trentini 0 (0/1, 0/1), Jacopo Iaquinta 0 (0/0, 0/0), Alessandro Calcagni 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 23 - Rimbalzi: 40 9 + 31 (Marco Allegretti 18) - Assist: 13 (Lorenzo Gergati 5)

Vaporart Bernareggio: Daniele Quartieri 20 (3/7, 4/8), Stefano Laudoni 14 (4/8, 2/6), Federico Saini 12 (5/7, 0/0), Giacomo Baldini 9 (1/5, 1/6), Baye modou Diouf 6 (3/5, 0/0), Davide Todeschini 5 (1/9, 1/4), Patrick Gatti 2 (1/2, 0/2), Vladyslav Radchenko 0 (0/0, 0/0), Gian paolo Almansi 0 (0/0, 0/0), Alioune Ka 0 (0/1, 0/0), Davide Milesi 0 (0/0, 0/0), Massimo Giorgetti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 12 - Rimbalzi: 38 14 + 24 (Stefano Laudoni 11) - Assist: 12 (Stefano Laudoni, Davide Todeschini 4)

LA COELSANUS SFIORA IL COLPO ESTERNO NEL DERBY

LTC Sangiorgese Basket - Coelsanus Robur et Fides Varese 75-73 (26-16, 18-12, 23-25, 8-20)

Arriva a un passo dal colpo esterno la Coelsanus nel derby contro la LTC che sul filo di lana vede sfumare la rimonta. Partenza a zona per entrambe le squadre, che con qualche adeguamento sui giocatori più pericolosi iniziano la partita studiandosi a vicenda. Lo 0-6 iniziale propiziato da Gergati e Ballabio, viene rintuzzato dai padroni di casa al 4' che approfittando di un paio di forzature varesine allo scadere dei 24”, si portano sul punteggio di 11-11. L'attacco della Robur sbatte contro il muro difensivo costruito intorno ad Allegretti dalla Sangiorgese, e i padroni di casa piazzano il primo allungo nella seconda metà del primo periodo grazie alla verve di Bocconcelli, andando a chiudere il periodo sul 26-16. Anche nel secondo quarto Varese litiga col ferro e lentamente scivola ulteriormente sotto nel punteggio fino a toccare il 42-21 del 17': le troppe conclusioni forzate allo scadere dei 24” e la conseguente apatia difensiva causata dall'eccessiva insicurezza, fanno si che i biancoarancio legnanesi conducano la partita con autorità. Nel finale della seconda frazione arriva una prima timida reazione varesina e grazie ad un mini-parziale di 7-2 la Coelsanus si riavvicina chiudendo il tempo sul 44-28 e riapre il terzo periodo con un altro minibreak di 5-0 arrivando a – 11. Il divario da recuperare rimane pressochè invariato per tutto il terzo periodo, con entrambe le squadre sempre a zona e Varese che non riesce ad andare sotto la doppia cifra di svantaggio: si chiude sul 67-53 con la Sangiorgese che sembra in grado di gestire il vantaggio con tranquillità. Un canestro di Ballabio e un bomba di Gergati in apertura del 4° tempo, seguiti da un canestro di Calzavara da sotto su rimbalzo offensivo, riportano la Robur sotto la doppia cifra di svantaggio(69-60); alla bomba di Leardini risponde Maruca con 5 punti consecutivi e due tiri liberi di Allegretti riportano Varese a -5 e su una palla persa di Toso, il lungo varesino si ripete riportando i suoi ad un tiro di distanza a 90” dal termine. Parlato con la sua esperienza mette un canestro pesantissimo, al quale risponde Ballabio. Mancano 30” e Roveda realizza un tiro libero su due riportando i suoi a due canestri di vantaggio; Maruca replica dalla lunetta per il 75-73 e al rientro dal timeout chiamato dalla LTC, Gergati manda in lunetta Parlato che a 8” dal termine della partita sbaglia entrambi i tiri liberi regalando la speranza quantomeno di raggiungere l'overtime agli ospiti. Il rimbalzo difensivo è di Allegretti che apre per Maruca sul lato destro del campo, ma il tempo a disposizione è troppo poco per riuscire a costruirsi un buon tiro e la preghiera della guardia varesina si spegne malamente sulla sirena. Si torna a casa con una sconfitta esterna che brucia perchè la squadra è andata ancora una volta molto vicina alla vittoria, ma serve uno sforzo difensivo maggiore per sopperire alla mancanza di Gatti dentro l'area. Sabato arriva la capolista Bernareggio, sarà una sfida avvincente da giocare con grande intensità per tutti i 40'.

LTC Sangiorgese Basket: Salvatore Parlato 19 (3/6, 4/7), Giacomo Leardini 11 (3/9, 1/2), Pietro Bocconcelli 10 (1/4, 2/5), Francesco Toso 10 (3/6, 0/0), Federico Banchero 10 (2/2, 2/3), Edoardo Roveda 9 (1/2, 1/4), Stefano Colombo 6 (3/5, 0/1), Gabriele Berra 0 (0/1, 0/2), Jacopo Idrissi 0 (0/1, 0/0), Gionata Fontana 0 (0/0, 0/0), Samuele Ganna 0 (0/0, 0/0), Alberto Apuzzo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 21 - Rimbalzi: 41 10 + 31 (Salvatore Parlato 11) - Assist: 16 (Edoardo Roveda 7)

Coelsanus Robur et Fides Varese: Marco Allegretti 22 (3/7, 2/6), Riccardo Ballabio 18 (5/12, 2/2), Matteo Maruca 16 (4/8, 2/6), Lorenzo Gergati 11 (1/3, 3/8), Andrea Calzavara 5 (2/5, 0/0), Davide Rosignoli 1 (0/0, 0/0), Riccardo Caruso 0 (0/0, 0/4), Christian Gatto 0 (0/0, 0/1), Giorgio Trentini 0 (0/0, 0/0), Alessandro Calcagni 0 (0/0, 0/0), Jacopo Iaquinta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 21 - Rimbalzi: 34 8 + 26 (Marco Allegretti 15) - Assist: 11 (Marco Allegretti 5)

 

NEL TURNO INFRASETTIMANALE LA COELSANUS TROVA LA PRIMA VITTORIA

Coelsanus Robur et Fides Varese - Juvi Cremona 1952 62-39 (15-11, 12-11, 18-7, 17-10)

Rompe il ghiaccio nel migliore dei modi la Coelsanus, in un Campus dove il freddo del ghiaccio rotto lo si è sentito soprattutto nelle mani dei giocatori in campo!

Sempre assente Simone Gatti, fermato dal medico per 2/3 settimane, il turno infrasettimanale ha regalato a tutta la squadra la gioia di una vittoria meritatissima per intensità di gioco, desiderio di riscatto e anche per una più che discreta qualità, anche se le mani freddissime dei primi due quarti hanno suscitato più di qualche incertezza sull'esito di una gara, che invece è stata poi vinta largamente.

Avvio equilibrato(7-7 al 5'), con Varese che con i due lunghi in quintetto alterna uomo e zona, riuscendo a mettere in difficoltà l'attacco Cremonese ma con il solo Allegretti capace di 9 dei 13 punti segnati dalla squadra.Alla fine del primo periodo, i punti di distanza sono solo 4, pochi pensando al predominio territoriale dei padroni di casa.

Il forcing continua e il 25-15 del 15' sembra già un inizio di fuga per Varese che non lascia un centimetro di spazio agli avversari, che a fatica riescono a stare aggrappati alla partita, finendo il secondo tempo sotto di 5 punti. Il terzo periodo inizia con l'unica bomba dell'ex Bona e la Juvi si riaccende, anche se solo per pochi minuti: due canestri di Rosignoli e una bomba di Gergati ristabiliscono le distanze e la Coelsanus prende il largo: La spinta dei veterani accende i giovani e con Ballabio e Calzavara sugli scudi, la Robur si porta sul 45-29 del 30' chiudendo virtualmente il match. L'ultimo periodo serve solo per sigillare il punteggio sul 62-39 finale, con un occhio già al derby di domenica a San Giorgio.

Il prossimo appuntamento casalingo sarà la sfida contro la forte Vaporart Bernareggio Sabato 26/10 alle 20,30.

 

Coelsanus Robur et Fides Varese: Marco Allegretti 15 (6/10, 0/2), Andrea Calzavara 14 (3/3, 1/2), Lorenzo Gergati 10 (2/3, 2/8), Riccardo Ballabio 10 (5/6, 0/1), Riccardo Caruso 5 (1/2, 1/3), Matteo Maruca 4 (2/3, 0/5), Davide Rosignoli 3 (1/1, 0/0), Giorgio Trentini 1 (0/0, 0/1), Christian Gatto 0 (0/0, 0/1), Alessandro Calcagni 0 (0/1, 0/0), Jacopo Iaquinta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 15 - Rimbalzi: 42 10 + 32 (Marco Allegretti 9) - Assist: 5 (Andrea Calzavara, Lorenzo Gergati, Riccardo Ballabio, Riccardo Caruso, Matteo Maruca 1)

Juvi Ferraroni Cremona 1952: Marco Bona 14 (5/8, 1/6), Giovanni Veronesi 5 (1/2, 1/6), Ababacar sadik Ndiaye 4 (2/9, 0/0), Daniele Manini 4 (0/0, 1/2), Lorenzo Petrosino 4 (1/5, 0/0), Rodolfo j. Valenti 3 (1/4, 0/1), Elvis Vacchelli 3 (0/0, 1/3), Francesco Belloni 2 (1/1, 0/2), Alessandro Esposito 0 (0/3, 0/5), Dario Boccasavia 0 (0/1, 0/3), Niccolò Lazzeri 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 - Rimbalzi: 34 13 + 21 (Ababacar sadik Ndiaye 9) - Assist: 10 (Giovanni Veronesi, Ababacar sadik Ndiaye, Daniele Manini, Francesco Belloni 2)

 

Subscribe to this RSS feed